CONTRATTO DI SERVIZI

Tra Fornitore ed il Cliente.

Premesse

IL sito Store Security Srl in accordo con Security.it Srl e Gisec Scrl in possesso dei requisiti e delle autorizzazioni comunali previsti dall’ Art. 115 del T.U.L.P.S., con il presente accordo riceve incarico dal soggetto indicato come Cliente Finale, mandato con rappresentanza a:

 

  1. ricercare in nome proprio e per conto del Cliente Finale, soggetti idonei ed in possesso dei requisiti per l’espletamento di servizi di sicurezza e Vigilanza Privata (Istituti di Vigilanza), da espletarsi presso i siti indicati dal Cliente in fase di ordine del servizio sul sito;
  2. sottoscrivere in nome proprio e per conto del Cliente Finale, tramite piattaforma web, il contratto necessario per regolare la prestazione dei servizi.
  3. stipulare, con i Fornitori individuati, in nome proprio e per conto del Cliente Finale, secondo le necessità dello stesso, contratti concernenti le attività di sicurezza e di vigilanza privata;
  4. il Fornitore dichiara altresì di essere in possesso di tutti i requisiti di legge necessari ed indispensabili (con particolare riferimento alle autorizzazioni o concessioni amministrative ed alle licenze ex art. 134 T.U.L.P.S) per svolgere i servizi oggetto del contratto;
  5. il Fornitore dispone di mezzi tecnici e finanziari idonei ad assolvere gli impegni derivanti dal contratto;

 

Conferimenti di incarico

Il Cliente conferisce l’incarico all’esecuzione del servizio una volta terminato l’ordine sulla piattaforma web, pertanto tale richiesta formerà parte integrante del presente accordo.

 

Clausole contrattuali

 

Art.1: Premesse, allegati e conferimenti di incarico

Le premesse, gli allegati, ed i conferimenti di incarico fanno parte integrante del presente accordo

 

Art 2: Servizi

Il servizio viene svolto dal Fornitore con proprio personale accuratamente addestrato in divisa e munito di tutte le autorizzazioni ove previste per legge, alle quali viene applicato il trattamento previsto dal contratto collettivo di categoria, dalle leggi vigenti in materia assicurativa e da eventuali contratti integrativi.

 

Art.3: Modalità di espletamento del servizio

Il Fornitore assicura il regolare svolgimento delle attività affidate e garantisce il rispetto di tutte le indicazioni fornite dal Cliente Finale nel rispetto della normativa vigente.

Il Cliente potrà modificare il servizio esclusivamente entro 4 ore dalla richiesta del servizio.

 

 

Art.4: Individuazione dell’oggetto del servizio e modalità di esecuzione

La sorveglianza viene effettuata nei luoghi del servizio descritti dal Cliente e secondo le modalità previste dal presente documento e/o da eventuali leggi che ne disciplinano le modalità. I servizi oggetto del presente accordo sono prestati a scopo preventivo e non repressivo del crimine non potendo quanto contenuto nel presente contratto in alcun modo sostituire un’assicurazione contro il furto e/o atti dannosi a cose e/o persone e non potendo garantire il Cliente Finale dalla non perpetrazione di reati contro il patrimonio e/o la persona. È fatto divieto al Cliente Finale o al suo personale di impartire direttamente istruzioni di qualsiasi natura al personale che effettua il servizio. Qualunque richiesta concernente le modalità del servizio dovrà essere inoltrata al Mandatario per iscritto a mezzo pec, fornita durante la procedura di acquisizione del servizio, per situazioni urgenti con la centrale operativa di competenza. È del pari fatto divieto al Cliente Finale o al suo personale di muovere direttamente agli operatori in servizio alcun rilievo o critica; eventuali rilievi o reclami devono essere indirizzati per iscritto al Mandatario entro tre giorni dagli eventi che ne costituiscono il presupposto. Oltre tale termine essi non verranno presi in considerazione.

 

Art.5: Apparecchiature di controllo

Gli apparati radio utilizzati con le frequenze radio in concessione al Fornitore da parte del Ministero delle Poste e Telecomunicazioni sono di esclusiva proprietà del Fornitore, che alla cessazione del servizio, provvederà a disattivarle ed a recuperarle unitamente alle altre apparecchiature di sua proprietà, senza alcun obbligo di ripristino dei locali in cui le stesse erano installate. Il Cliente Finale risponde dei danneggiamenti o manomissioni delle apparecchiature di proprietà del Fornitore; qualora il Cliente Finale impedisca il recupero dei materiali al Fornitore, quest’ultimo determinerà a carico del Cliente Finale il costo del materiale non recuperato che sarà regolarmente fatturato al prezzo di mercato.

 

Art.6: Servizi di vigilanza tecnologica

I servizi di vigilanza tecnologica vengono realizzati con l’ausilio di apparecchiature tecnologiche che consentono il ricevimento del segnale di allarme e successivo intervento in loco. Sulla base degli accordi contrattuali ogni intervento effettuato potrà determinare a carico del Cliente Finale un costo aggiuntivo che sarà fatturato al prezzo contrattualmente concordato, anche gli interventi effettuati senza preventiva autorizzazione del Cliente Finale per impossibilità di mettersi in contatto con lo stesso, saranno addebitati al canone contrattualmente previsto.

Con riferimento alle ipotesi in cui è previsto l’intervento, il Fornitore non garantisce una tempistica minima di intervento. Il Fornitore e il Mandatario non saranno ritenuti responsabili del mancato intervento qualora questo sia dipeso da cause di calamità naturali e comunque in ogni altro caso di forza maggiore.

Sempre in riferimento alle ipotesi in cui è previsto l’intervento, nel caso di rilevanza di furto, scasso, danneggiamenti, il Cliente Finale dovrà riconoscere  al Mandatario ogni ora o frazione della stessa come servizio di Vigilanza Fissa per tutto il tempo previsto dall’arrivo dell’operatore sul posto fino al suo allontanamento, che potrà essere autorizzato dal Cliente Finale e/o dalle Forze dell’ordine eventualmente intervenute, ai costi e condizioni indicate nel documento economico del presente contratto.

Il Mandatario ed il  Fornitore  non rispondono della mancata segnalazione dei sistemi tecnologici e dei relativi danni subiti dal cliente, nei casi di sim telefonica o linea telefonica non funzionante, mancanza credito, mancanza copertura rete, sim scaduta, sim smagnetizzata, mancato inserimento del sistema di allarme, mancata richiesta alla sottoscrizione del contratto del servizio di controllo dello stato impianto ciclico giornaliero, negato accesso ai locali dei tecnici incaricati al ripristino delle apparecchiature, cambio chiavi e codici non preventivamente comunicati  al Mandatario.

Art.7: Servizi di trasporto e scorta valori

Per le Attività di Trasporto Valori, la responsabilità del Fornitore inizia al momento del prelievo del contenitore dalla cassaforte da parte dei dipendenti del Fornitore e/o nel momento in cui vengono consegnati i valori al Fornitore da parte del Cliente Finale e termina con la riconsegna a destinazione concordata. Nel caso in cui i plichi vengano riscontrati privi di contenuto al momento del prelievo o della presa in carico, o successivamente al momento dell’apertura degli stessi, il Fornitore o il Mandatario provvederanno a darne tempestiva comunicazione al Cliente Finale. Fermi restando i limiti di trasporto autorizzati dalle competenti autorità, le operazioni di carico /scarico e trasbordo di valuta su pubblica via si intendono così limitati: il massimale di copertura assicurativa per le operazioni di carico o scarico e/o trasbordo dei beni, è di Euro 100.000,00 (Centomila/00) per ciascun plico; pertanto il Cliente finale si impegna a non consegnare plichi contenenti valori superiori all’importo sopraindicato. In difetto il Cliente finale si assume, per l’eccedenza, ogni e qualsiasi responsabilità manlevando il Fornitore e il Mandatario da ogni responsabilità.

 

Art.8: Obblighi del Cliente Finale

Il Cliente Finale è obbligato a:

Consentire al personale del Fornitore l’accesso ai locali della sorveglianza rimuovendo ostacoli di impedimento al passaggio;

Fornire copia di chiavi se previsto in contratto, o far pervenire tempestivamente copie di chiavi in caso di cambio serrature dandone contestualmente immediata comunicazione scritta;

Comunicare per iscritto al Mandatario qualsiasi disfunzione riscontrata nei servizi, ivi comprese quelle inerenti alle apparecchiature di controllo, anticipandone verbalmente se del caso il contenuto;

Consentire al personale incaricato di accedere ai locali dove sono ubicate le apparecchiature di controllo per permettere la disattivazione e/o rimessa in funzione dell’apparato guasto o fuori uso;

Garantire nei locali oggetto della sorveglianza condizioni di sicurezza personale ai sensi del D. Lgs. 81/2008 e successive modificazioni.

 

Art. 9: Limiti di responsabilità del Mandatario e del Fornitore 

Il Fornitore e il Mandatario non sono responsabili per:

Sciopero del personale

Sospensione del servizio imputabile a causa di forza maggiore, o nei casi previsti dalle leggi che disciplinano il servizio del Fornitore;

La mancata o inesatta prestazione del servizio dipendenti da difetti di costruzione o di funzionamento degli impianti di controllo di proprietà del Cliente Finale;

La mancata o inesatta prestazione del servizio dipendenti da mancati pagamenti dei canoni nei termini contrattualmente concordati;

Mal funzionamento delle apparecchiature tecnologiche installate presso il Cliente Finale e di proprietà dello stesso, per incuria nella manutenzione delle stesse;

Conseguenze del mancato funzionamento del sistema di controllo non portato dal Cliente Finale a conoscenza del Mandatario;

Conseguenze della inadeguata prestazione dipendente da variazioni della situazione dell’oggetto della sorveglianza non tempestivamente comunicata dal Cliente Finale al Mandatario;

Danni alla persona subiti dal Cliente Finale e/o da terzi per fatti commessi da dipendenti del Fornitore costituenti colpe penalmente rilevanti;

Mancata custodia di chiavi o mezzi d’ accesso di qualsiasi genere consegnati dal Cliente Finale per l’esecuzione dei servizi, ove il Fornitore abbia tempestivamente segnalato al Cliente Finale la perdita incolpevole, la distruzione, la sottrazione e simili dei medesimi.

La mancata e/o inesatta prestazione del servizio, per cause dipendenti da difetti di installazione, funzionamento, manomissione e/o alterazione anche ad opera di terzi, degli impianti e linee telefoniche tutte in uso al Cliente Finale.

 

Art.10: Riservatezza

Il Fornitore Terzo a mezzo del Mandatario si impegna direttamente nei confronti del Cliente Finale affinché tutto il personale impiegato non divulghi notizie e/o informazioni riguardanti il Cliente Finale e mantenga la più assoluta riservatezza su quanto sia venuto a conoscenza durante l’espletamento del servizio.

 

Art.11: Durata, decorrenza, scadenza, rinnovo tacito e regresso

La durata del servizio è concordata tra le parti ed espressamente indicata nel presente accordo e/o quanto indicato dal cliente in fase di compilazione del contratto sulla piattaforma. In caso di contratto rinnovabile in assenza di disdetta da comunicarsi  al Mandatario almeno 60 giorni prima della scadenza con raccomandata e/o tramite posta certificata all’ indirizzo travisgroupspa@legalmail.it con ricevuta di ritorno, il contratto si intende tacitamente rinnovato per un ulteriore uguale periodo.  Il Mandatario potrà recedere dal contratto in qualunque momento rispettando un preavviso di giorni 30 da comunicarsi con raccomandata e/o posta certificata all’ indirizzo comunicatogli con ricevuta di ritorno. Il Cliente finale qualora voglia recedere dal contratto in qualsiasi momento, è tenuto a corrispondere al Mandatario i residui canoni fino alla scadenza naturale del contratto in un’unica soluzione.

 

 

Art.12: Richiesta di variazioni del servizio

Il Cliente Finale ha facoltà di richiedere variazioni del servizio (orari e modalità) che non ne modifichino complessivamente l’entità e non ne varino sostanzialmente la natura. La richiesta deve essere inoltrata al Mandatario a mezzo raccomandata a/r e/o posta certificata all’indirizzo travisgroupspa@legalmail.it. Qualunque richiesta di modifiche diverse, da quelle sopra menzionate, dovrà essere accetta dal Mandatario con comunicazione scritta. Prima che ciò si verifichi nessuna variazione di servizio potrà essere pretesa. Nessun accordo verbale costituirà obbligo per il Mandatario.

 

Art.13: Pagamento del canone ed interessi di mora

Il canone concordato è dovuto per l’intera durata del contratto. Costituiscono prova del pagamento le ricevute bancarie, di conto corrente postale e le quietanze emesse dal Mandatario, con l’indicazione della data dei pagamenti, anche tramite personale comunicato al Cliente Finale come autorizzato a riscuotere. In caso di ritardato pagamento oltre le scadenze contrattualmente previste, senza alcuna necessità di intimazione, sono dovuti al Mandatario gli interessi di mora; resta fermo il diritto del Mandatario di risolvere il contratto di diritto in caso di mancato pagamento di due canoni, anche non consecutivi, sospendendo il servizio con un preavviso di giorni 7.

In tal caso il Cliente Finale sarà comunque tenuto al pagamento dei residui canoni fino alla scadenza del contratto stesso in unica soluzione.

 

Art.14: Cessazione, trasferimento o cessione dell’azienda del Cliente Finale

I casi di cessazione dell’azienda del Cliente Finale o perdita della proprietà oggetto del contratto dovranno essere comunicati dal Cliente Finale al Mandatario entro 3 giorni dall’ evento. Il Cliente Finale è tenuto al pagamento immediato, in unica soluzione delle frazioni di canone a scadenza relative al residuo periodo di durata del contratto. In ipotesi di cessione dell’azienda o della proprietà oggetto del contratto il cedente e/o il venditore si obbliga a comunicare al cessionario e/o acquirente l’esistenza del contratto di vigilanza ed a trasmettergli copia. Detto contratto si intende automaticamente trasferito in capo al cessionario e/o acquirente rimanendo il cedente e/o venditore coobbligato con il medesimo. La cessione dell’azienda o della proprietà deve essere dal Cliente Finale comunicata al Mandatario con congruo preavviso fornendo le generalità nonché indirizzo e/o sede del soggetto od ente subentrante. Resta ferma la facoltà del Mandatario di recedere dal contratto con un preavviso di giorni 30.

 

Art.15: Approvazione fatture

Il Cliente Finale conviene che le fatture e gli estratti conti emessi dal Mandatario si intendono approvati sia quanto all’ oggetto della prestazione sia quanto al suo ammontare se non espressamente contestati, a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno e/o Pec, entro 45 giorni dalla data di ricezione della fattura e/o estratto conto.

 

Art.16: Risoluzione ex art. 1454 c.c.

Ferme ed impregiudicate le altre previsioni contrattuali, le parti convengono espressamente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1454  c.c., che l’ inosservanza, da parte del Cliente Finale, di una delle  clausole contenute nel presente contratto e decorsi inutilmente quindici giorni dalla diffida per iscritto da parte del Mandatario,  il contratto si risolverà ex art. 1454 c.c. fermo restando l’obbligo del Cliente Finale di corrispondere il canone già scaduto e non pagato oltre quello a scadere per tutta la durata contrattuale prevista, salvo il maggior danno.

 

Art.17: Clausola risolutiva espressa

Il presente Contratto potrà essere risolto in ogni momento da una delle Parti, ai sensi e per gli effetti dell’Art. 1456 c.c., previo avviso scritto all’altra Parte, nel caso di:

  1. a) Cessazione dell’attività di una delle Parti o la sottoposizione di una delle Parti alla procedura di concordato preventivo di scioglimento della società, liquidazione, amministrazione controllata o amministrazione straordinaria.
  2. b) Cessione, effettuata da una delle Parti, a beneficio dei creditori o ammissione, per iscritto, di una delle Parti, dell’impossibilità di pagare i suoi debiti alla loro scadenza.
  3. c) Cessione della maggioranza delle azioni di una delle Parti ad una società che si trovi in conflitto d’interessi con l’altra Parte, o comunque che non sia di gradimento per l’altra Parte, ad eccezione dell’ipotesi in cui la cessione delle partecipazioni venga fatta direttamente o indirettamente in favore di una delle società facenti parte del Gruppo cui appartiene.

 

Art.18: Spese ed importi

Tutte le spese, conseguenti alla sottoscrizione del presente contratto cono a carico del Cliente Finale. Graveranno sul Cliente Finale inoltre le spese giudiziali, per il recupero di somme dal Cliente Finale dovute.

 

Art.19: Legge Foro competente

Il presente contratto è regolato dalla legge italiana. Per ogni controversia riguardante l’interpretazione, l’esecuzione, o la risoluzione del contratto in essere tra il Mandatario ed il Cliente Finale è competente esclusivamente il Foro di Tivoli.

 

Art.20: D.Lgs. Legge 196/2003

Il Cliente Finale autorizza il Mandatario ed il Fornitore al trattamento dei dati personali ai sensi del GDPR 679/2016 recepito con D.Lgs. 101/2018 e successive modifiche e/o integrazioni.

Il Cliente Finale autorizza inoltre il Mandatario ed il Fornitore all’ utilizzo dell’immagine della propria azienda ai soli fini pubblicitari.

 

Art.21: Clausole finali

Il presente contratto di cui fanno parte integrante e sostanziale eventuali allegati dichiarati nello stesso contratto, abroga e sostituisce ogni accordo, intesa, negoziazione, scritta o verbale, intervenuta in precedenza tra le parti e concernente l’oggetto, l’ubicazione, di questo contratto.

Ogni integrazione al presente contratto dovrà essere fatta, a pena di nullità, per iscritto e a firma delle parti.

Le parti espressamente riconoscono e dichiarano di aver negoziato il presente Contratto, clausola per clausola, e di averlo approvato nella sua interezza.